Cristina dei tulipani gialli

Oggi sono stata molto brava, non ho abbracciato e baciato nessuno, a parte Massi. Mi sto abituando alle distanze, che mi hanno sempre dato molto da fare ma mi rendo anche conto che ora è indispensabile tenerle e inizia a venirmi abbastanza spontaneo non dare più la mano e non salutare con baci e abbracci. Lo ammetto, sto iniziando ad avere molto timore del contagio, a differenza dei giorni scorsi non mi sembra più un’ipotesi remota e non sono preoccupata tanto per me, quanto per Massi. Ieri gli ha telefonato l’ospedale, gli ha chiesto se aveva febbre alta e tosse, se era stato in zone ad alto contagio e gli hanno posticipato le visite di marzo a maggio, a parte quella della gastroenterologa che deve monitorare il post intervento, perché è bene che non vada in ospedale in queste settimane.

Stamattina sono uscita ugualmente, sono andata all’INPS per la disoccupazione e poi a pranzo con un’amica e sulla strada mi sono fermata in fioreria perché a casa nostra i fiori non possono mai mancare. Era quasi orario di chiusura per pranzo e al fioraio ho detto così: vorrei un mazzo di fiori molto resistente, che non abbia bisogno di acqua per almeno 3 ore, perché ora devo andare a pranzo con una amica e dopo ripasso che voi siete ancora chiusi e non potrei aspettare e bla bla bla e lui non esistono fiori che non hanno bisogno di acqua per 3 ore, facciamo così, scegli i fiori, poi te li preparo e quando ripassi mi mandi un messaggio, che probabilmente sarò nel retro e ti do il tuo mazzo, e io ok, perfetto, a dopo, ti scrivo mentre arrivo… ho scelto un mazzo di tulipani gialli, che contro il coronavirus serve colore e dopo pranzo gli ho scritto Ciao Matteo, sono Cristina dei tulipani gialli e trovo bellissima la firma “Cristina dei tulipani gialli”, ricordatemi così, nel caso.

Mentre tornavo alla macchina col mio bouquet avvolto nella carta di giornale perché la mia fioreria è ecologica e sostenibile, mi sentivo chiamare, una, tre, cinque volte, mi sono voltata, era una mia bimba del nido che ora è in prima elementare e felicissima le ho detto Giuliaaaaaaaaaaaaaa!, non la vedevo da allora, e lei nooooooo, come hai fatto a riconoscermi?!?!, la riconoscerei fra millemila, la ricordo ancora mentre a pochi mesi dormiva in posizioni assurde, coi capelli sempre spettinatissimi e ci siamo mandate tanti baci a distanza di un metro, con la mano.

E voi, come combattete il coronavirus? Passate un felice week end, mi raccomando e limitate uscite e frequentazioni sociali 😘🦠

𝙲𝚛𝚒𝚜𝚝𝚒𝚗𝚊 𝚍𝚎𝚒 𝚝𝚞𝚕𝚒𝚙𝚊𝚗𝚒 𝚐𝚒𝚊𝚕𝚕𝚒

2 pensieri su “Cristina dei tulipani gialli

  1. Che tenerezza Cristina dei tulipani gialli…
    Eh, inizio anche a temere questo maledetto virus soprattutto per i miei genitori. Sono a casa dal lavoro da due settimane con i miei due bambini. Tutto è diventato difficile, ma ce la mettiamo tutta: io a lavorare da casa con piattaforme di e-learning e loro a fare i compiti e a rinunciare a tutte le cose che facevano prima in palestra e al campo di calcio. Con una quotidianità azzerata, bisogna ripartire da noi. 🐞

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...