Dell’amore che non si dovrebbe fare perché non sta bene, ma è bellissimo

Amo tantissimo i giorni di vacanza perché posso dare alle mie giornate la forma che voglio, ma anche perché ho più tempo per ascoltare, leggere e vedere storie. Storie che ti assalgono all’improvviso, quando proprio non te l’aspettavi.

Tipo l’altro giorno, quando ero nello stesso punto in cui mio padre fotografava la Ghirlandina quarant’anni fa, anzi di più e mi sono sentita chiamare. Volevo rifare la foto esattamente uguale a quella che avevo appena ritrovato nell’album di famiglia e mi stavo dicendo doveva essersi messo qui, anzi qui e mi chiedevo se quella sera mio papà era da solo o se c’ero anch’io, o se era uscito con i suoi amici Ivano e Fernando…

bè, ad un certo punto ho sentito Cri! Criii sei proprio tu?!, mi sono voltata ed era Kabuby, non lo vedevo da tantissimi anni. Kabuby e suo fratello sono orfani e vent’anni fa, mi ero appena sposata con Marco, li avevamo praticamente adottati; passavamo il Natale insieme, li aiutavamo a tenere in ordine la casa e a stare dietro alle vaccinazioni dei loro cani, andavamo insieme al cimitero a mettere i fiori alla loro mamma senza sapere che da lì a poco anche la mia si sarebbe trasferita in uno di quei mini appartamenti e avremmo portato fiori pure a lei, ci trovavamo spesso a cena e parlavamo tanto, avevo fatto amicizia anche con l’assistente sociale che per forza di cose li seguiva e che dopo qualche anno avrebbe iniziato a seguire anche mio fratello, quando siamo rimasti orfani pure noi.

La felicità che ho provato vedendolo non riesco a descriverla bene. Diciamo che somiglia a tutto quello che vi viene in mente quando pensate al sentirvi a casa. Ma la cosa più incredibile è stata quando Kabuby mi ha detto sai che mio fratello si è sposato?! e io no, non lo sapevo! Che bello! Ha trovato una brava ragazza?, Si è sposato con l’assistente sociale

e lì mi è stato immediatamente chiaro, ancora una volta, quanto è incredibile l’amore, soprattutto quello che secondo le persone non si dovrebbe fare perché non sta bene e invece l’amore coraggioso e folle è stupendo ed è stato un bellissimo modo di lasciare il duemila e ventidue.

Felice duemila e ventitré!

Io sulla Ghirlandina dopo aver incontrato Kabuby ♥️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...