Un sabato qualunque in zona rossa, fra vaccino, scrittura e torta di mele

Buongiorno!

Da quando ho iniziato a scrivere davvero il mio libro qui latito, scusatemi. Vedo che continuate a venire a trovare Comequando e mi fa tanto piacere. Ogni tanto mandatemi pensieri di forza e tenerezza perché scrivere davvero non è semplice, soprattutto se fra le pagine vuoi riportare in vita tua madre e non solo, c’è anche tuo fratello che non racconti praticamente mai, che in tantissimi quando dico ho un fratello rispondono non me n’ero mai accorto, ti ho sempre creduta da sola e in effetti è così, anche se lui c’è sono da sola, anzi, anche qualcosa di più.

Stamattina mi sono svegliata presto anche se è sabato, fra due ore mi vaccino contro sto covid dei me cojoni e sono emozionatissima, sto pensando a come vestirmi, un po’ come quando uscivo con Massi le prime volte, ieri ho anche messo lo smalto rosso, volevo andare dalla dottoressa in bici ma piove, pazienza. Poi mi fermerò dall’Eli in edicola per ritirare le piantine aromatiche di AISM e appena smetterà di piovere metterò mano al mio orto verticale creato lo scorso anno durante il primo lockdown, ricordate?

A Modena da giovedì siamo di nuovo in zona rossa e abbiamo molte restrizioni, a distanza di un anno onestamente non me l’aspettavo di tornare a questo punto, ieri è stato l’ultimo giorno di nido in presenza e lunedì noi tate scopriremo qualcosa in più di come lavoreremo d’ora in poi fino alla fine dell’emergenza, ad ora sappiamo poco e niente.

Nel frattempo il mio antidoto alla tristezza di questa situazione è la cura.

Ieri ho fatto il brodo per i tortellini del pranzo di domani e più tardi preparerò la torta, per la colazione della domenica ho ordinato un cestino buono con torta di mele, yogurt con frutta e granola e cheescake ai frutti di bosco ad Elena, la perfetta padrona di casa del b&b in cui abbiamo festeggiato il nostro matrimonio, poi con Benny abbiamo preso l’abitudine al pomeriggio di preparare i pop corn e giocare a forza quattro per ore.

In questo lungo periodo di restrizioni e regole che dobbiamo farci andare bene per forza abbiamo la possibilità di interrogarci su che cosa ci fa stare bene davvero ed è a portata di mano, più vicino di quanto crediamo.

Vi lascio ascoltando Shallow di Lady Gaga e Bradley Cooper.

A presto, promesso!

Buon fine settimana 🤍

Stringiamoci a ciò che amiamo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...