Il lavoro al tempo del coronavirus

In bilico fra un contratto svanito nel nulla e un altro che arriverà solamente quando i bimbi rientreranno nei servizi.

Due settimane non pagata, sospesa in una bolla. Coronavirus è un’emergenza anche per questo, per tutti i suoi effetti collaterali non strettamente sanitari.

Massi oggi ha saputo che la sua convalescenza si allungherà di due settimane ancora, proprio perché il covid-19 si sta diffondendo velocemente nella nostra zona e lui con l’intervento che ha subito viene considerato un soggetto molto a rischio.

Fra poco esco per andare a yoga perché ho bisogno di normalità, ma le mie giornate si svolgono di solito in casa, con Massi e Benny, in questa reclusione volontaria un po’ imposta e un po’ no e leggo molto, cucino, ascolto le fusa dei gatti, scrivo e faccio commuovere la Ross, vado in camera da Benny, la guardo e senza dire niente torno sul divano, così, tanto per guardarla, dormicchio, scrivo duecento wathsapp per non perdere i contatti, penso, mi ravano il piercing… cose così insomma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...